Cervesina. Prima esperienza del 2018

La Prima tappa del campionato italiano Green Endurance ci ha visto partecipi con una Nissan Leaf Acenta 30 kWh.

La gara inaugurale si è tenuta l’ultimo weekend di aprile a Cervesina, in provincia di Pavia, con partenze e arrivi dal prestigioso Castello di S. Gaudenzio. Un tracciato di gara lungo complessivamente 450 km articolato in quattro tappe tra le stupende colline dell’Oltrepò Pavese, intervallate da “pit-stop” di ricarica di 3 ore ciascuno.

La media, determinante per la classifica finale, era di 37,80 km/h.

Nel Charge Park allestito da Vado Elettrico (www.vadoelettrico.it), gli equipaggi si sono ricaricati con wall-box E-Station (www.e-station.it) a un massimo di 7,4 kWh (230 V – 32 A), come da regolamento. I piloti inoltre hanno potuto confrontarsi sui consumi delle proprie vetture e valutare le performance di batterie e caricatori.

La prova più impegnativa per gli equipaggi delle auto elettriche partecipanti è stata sicuramente quella che ha preso il via alla 1.00 di notte, mettendo a dura prova i nervi dei piloti. Dal punto di vista tattico si è giocato tutto nelle ultime due prove, dove la gestione dell’energia è stata decisiva per arrivare al traguardo con la percentuale residua di batteria più vicina possibile allo 0%.

Continuiamo con entusiasmo la nostra formazione e acquisizione di esperienza; il nostro equipaggio a bordo di Nissan Leaf si è classificato terzo alle spalle dei campioni in carica Ventura-Guerrini su Renault Zoe e del duo Di Bella-Canale alla guida anch’essi di Nissan Leaf, e secondo nei consumi (fattore energy saving) alle spalle dei campioni italiani.

In questo tipo di competizioni forma fisica e lucidità mentale fanno la differenza e uno dei fattori determinanti è certamente l’energy saving, ossia la gestione dei consumi in gara e la scelta dei tempi e dei modi per la ricarica, con analisi in tempo reale dell’energia residua, tutti dati da rielaborare per essere i più Green.